Ristrutturare la cucina: idee per conferire stile e carattere all’ambiente

La cucina è uno degli ambienti più vissuti della casa, in cui si avverte maggiormente il bisogno di coniugare design e praticità. Dopo qualche anno, potrebbe essere necessario intervenire con una ristrutturazione che migliori il locale sia a livello estetico che funzionale.

Ecco qualche idea.

 

Elementi da valutare quando si decide di ristrutturare la cucina

La ristrutturazione della cucina è un intervento complesso che può riguardare solo alcune componenti di arredamento, fino a coinvolgere pavimenti, rivestimenti e sistema di illuminazione.

Gli stili e le tendenze si rinnovano velocemente, i gusti personali possono cambiare e con il tempo possono insorgere nuove abitudini o necessità che richiedono dei cambiamenti anche strutturali.

Prima di cominciare una ristrutturazione, consigliamo di valutare attentamente i seguenti elementi:

  • Verificare l’impianto elettrico e idraulico.

La ristrutturazione è l’occasione per richiedere un intervento di manutenzione tecnica e per verificare se siano necessarie delle modifiche strutturali in funzione della nuova cucina.

  • Decidere a priori quali sono le aree di intervento.

Ad esempio, si desidera modificare il layout? Rinfrescare il design e i colori? Si vogliono aggiungere elementi strutturali, come una penisola o un’isola?

  • Scegli lo stile di arredamento più adeguato.

Per una ristrutturazione efficace, occorre scegliere fin da subito una tendenza in linea con i propri gusti e che dia carattere all’ambiente. Molte decisioni stilistiche verranno prese di conseguenza.

 

Rubinetteria per la cucina: il dettaglio che può fare la differenza

Uno degli elementi a cui dedicare la giusta attenzione quando si tratta di ristrutturare la cucina è proprio lo stile del rubinetto.

Una rubinetteria ricercata, infatti, da valutare coerentemente allo stile di arredamento della cucina e allo spazio a disposizione, rappresenta il dettaglio di pregio che arricchisce l’ambiente.

Ad esempio, è opportuno il miscelatore del lavello rispecchi lo stile di arredamento scelto per il locale. Per un design contemporaneo o scandinavo, consigliamo un modello d’appoggio a canna alta, come il modello Asti o il modello Sanremo.

Per uno stilo più classico, country o shabby chic, invece, meglio abbinare un modello dal gusto ricercato e retrò, come il modello Urbino o il modello Venezia.

Per chi vuole unire design e tecnologia, proponiamo i miscelatori a cartuccia progressiva integrata, per un consumo d’acqua e di energia più consapevole.

Se invece si presentano particolari esigenze di spazio, ad esempio quando il lavello è posizionato sotto alla finestra, allora si può optare per un rubinetto con canna abbattibile, come il modello Novara.

Infine, per chi sogna una cucina professionale con un’isola multifunzione, non può rinunciare a un rubinetto a molla a due getti, come il modello Roma.

Chiama ora!