Come scegliere il rubinetto giusto per la tua nuova cucina

Per noi Italiani, la cucina è il cuore della casa e il lavello è una delle componenti principali a cui prestare attenzione in fase di progettazione. In particolare, in questo articolo vorremmo fornire i criteri in base ai quali scegliere il rubinetto giusto rubinetto per la cucina.

Fattori da considerare prima di scegliere il rubinetto per la tua cucina

L’acqua del rubinetto della cucina non viene utilizzata semplicemente per lavare piatti e stoviglie, ma la usiamo anche per cucinare, per lavare frutta e ortaggi e spesso anche per riempire l’innaffiatoio per le piante, o per dare da bere agli animali domestici.

Il rubinetto della cucina è quindi uno strumento utilizzato ampiamente nella nostra quotidianità allo scopo di erogare l’acqua per i diversi impieghi. La scelta del rubinetto non può quindi essere lasciata al caso, ma occorre tenere in considerazione diversi fattori, legati a tre ambiti principali:

  • Funzionalità
  • Spazio
  • Design

Scegliere il rubinetto in base all’utilizzo

Comprendere in anticipo quale sarà il principale utilizzo del lavello della cucina e quali aspettative abbiamo rispetto a funzionalità e praticità, è una valutazione che ci aiuterà a scegliere nel modo giusto il rubinetto più adatto.

Un fattore comune è tuttavia l’alta frequenza di utilizzo: poiché il lavello della cucina è usato per molteplici scopi, possiamo facilmente intuire che il rubinetto sarà sottoposto a numerosi solleciti. È quindi importante scegliere innanzitutto prodotti di qualità, i cui materiali siano sicuri e resistenti e realizzati con tecnologie anti-calcare.

Il secondo aspetto importante riguarda il tipo di azionamento, con la possibilità di scegliere tra un rubinetto monocomando o bicomando, oppure se sono necessarie particolari caratteristiche ergonomiche, come ad esempio la leva clinica, che permette di azionare il rubinetto con la sola spinta del gomito.

Spazio e posizione

Lo spazio a disposizione, le dimensioni e la posizione del lavello aiutano a determinare a priori dove sarà collocato il rubinetto e, di conseguenza, quale tipo di canna è più funzionale.

Ad esempio, per lavelli di piccole dimensioni sarà opportuno optare per rubinetti dalla canna bassa, mentre per lavelli di grandi dimensioni si può scegliere tra canna alta, con molla, oppure con la doccetta estraibile, così da poter raggiungere facilmente ogni angolo del lavello.

Se, invece, il lavello dovesse essere collocato sotto la finestra, può essere molto utile installare un rubinetto con la canna abbattibile.

Se la distanza dai pensili lo consente, è possibile installare il rubinetto direttamente a parete, oppure si può optare per i classici modelli di appoggio sul piano della cucina o sul lavello stesso.

Design al servizio della funzionalità

Per quanto riguarda design e colore del rubinetto è consigliabile compiere una scelta in armonia con lo stile di arredo della cucina.

Ad esempio, uno stile contemporaneo si sposa bene con le finiture dalle linee pulite in acciaio cromato, oppure colorato con un effetto opaco o satinato.

Per una cucina in stile classico, shabby chic o country, si può invece preferire un design legato alla tradizione con una finitura in ottone, in rame, oppure oro, bronzo.

In conclusione, non esistono regole ferree, ma il nostro consiglio è quello di scegliere il rubinetto della cucina secondo il gusto personale, ma ricercando il giusto equilibrio tra funzionalità e design.

Sfoglia il nostro catalogo e contattaci per un preventivo senza impegno.

Chiama ora!